Novità Irpef - Ires
22 Marzo 2014

Non paga l’Irap l’avvocato che paga compensi modesti ai propri praticanti

Scarica il pdf

La Corte di Cassazione, nell’Ordinanza n. 6418 del 19 marzo 2014, ha riconosciuto la spettanza del rimborso Irap al contribuente che esercitava la professione di avvocato.

Il Giudice di merito aveva sottolineato come il contribuente svolgeva la sua attività prevalentemente presso società del quale era sindaco o amministratore, utilizzava beni strumentali di modesto costo ed erogava modesti compensi, per meno di 500 Euro al mese, ai suoi praticanti.

La Suprema Corte ha ritenuto legittima la pronuncia di merito ed ha, quindi, respinto il ricorso proposto dall’Agenzia delle Entrate. 

Articoli correlati
17 Settembre 2021
La costituzione della start-up innovativa

La costituzione della start-up innovativa: necessario l’intervento del notaio? Il...

17 Settembre 2021
Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni bis: più tempo per presentare la dichiarazione dei redditi.

Con un Comunicato Stampa del 6 settembre 2021, il Ministero dell'Economia e delle...

17 Settembre 2021
Credito d’imposta per locazioni non abitative: nuovo modello per la comunicazione della cessione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 7 settembre 2021 sono...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto