Novità Irpef - Ires
10 Febbraio 2014

Irap: assume rilevanza la presenza nello studio del professionista soltanto di praticanti e non di lavoratori dipendenti

Scarica il pdf

La Corte di Cassazione, nell’Ordinanza n. 2520 del 5 febbraio 2014, ha riconosciuto come fondate le ragioni del contribuente che aveva contestato il silenzio rifiuto opposto dall’Amministrazione finanziaria all’istanza di rimborso dell’Irap versata dal contribuente medesimo, il quale svolgeva attività di commercialista.

 

Secondo la Cassazione, la sentenza impugnata si era limitata ad affermare apoditticamente la presenza di una forte componente organizzativa, senza tener conto delle specifiche deduzioni presentate dal contribuente.

 

In particolare, quest’ultimo aveva posto in luce come, nello svolgimento della sua attività, non si avvalesse di personale dipendente e nel suo studio operassero soltanto dei praticanti.

 

Articoli correlati
24 Settembre 2021
L’oggetto sociale della start-up innovativa.

I requisiti richiesti dalla legge. Per ottenere la qualifica di start-up innovativa...

24 Settembre 2021
Immobili in corso di definizione: ammesso il Superbonus a certe condizioni.

Nuovi chiarimenti sull'applicazione del Superbonus. Il contribuente istante è...

24 Settembre 2021
Detassazione per contributi ed indennità per emergenza Coronavirus.

Il nuovo quesito affrontato dall'Agenzia delle Entrate riguarda il corretto trattamento...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto