Novità Irpef - Ires
24 Dicembre 2011

Trasporto pubblico locale: i contributi regionali per il ripiano delle perdite di esercizio sono esenti dalla ritenuta d’acconto anche se destinati ad aziende che non forniscono il servizio, ma lo organizzano.

Scarica il pdf

Nella Risoluzione n. 127 del 20 dicembre 2011, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito relativo al trattamento fiscale dei contributi erogati dalle Regioni e dagli enti locali ad aziende esercenti i pubblici servizi di trasporto, per il ripiano delle perdite e dei disavanzi di esercizio. A tali contributi non si applica la ritenuta del 4% a titolo di acconto dell’imposta sul reddito delle persone giuridiche.

In particolare, la questione sottoposta all’attenzione dell’Agenzia riguardava l’ipotesi nella quale i contributi in questione vengono erogati a soggetti che non gestiscono direttamente il servizio pubblico, ma svolgono le funzioni di progettazione, organizzazione ed amministrazione del servizio di trasporto pubblico locale.   

L’Agenzia ha riconosciuto che la ratio alla base della disposizione che prevede l’esenzione dalla ritenuta d’acconto è quella di agevolare tutti coloro che operano nel settore del trasporto pubblico locale. Quindi, deve ritenersi che persiste l’agevolazione anche quando i contributi vengono erogati direttamente ad un soggetto diverso da quello che svolge effettivamente il servizio.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
23 Luglio 2021
Decreto Sostegni bis: ecco le modalità di applicazione del credito d’imposta per sanificazione ed acquisto dispositivi di protezione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 15 luglio 2021, sono...

23 Luglio 2021
Bonus facciate: sì ad interventi su parapetti dei balconi.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo all'applicazione del "bonus...

23 Luglio 2021
Sisma bonus per acquirenti: sì se l’asseverazione è presentata tardivamente per nuova zona sismica.

L'Agenzia delle Entrate ha affrontato una nuova questione relativa all'applicazione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto