Novità Irpef - Ires
14 Gennaio 2006

Ristrutturazioni edilizie: l’agevolazione è doppia

Scarica il pdf

Con la Legge n. 266/2005 (Finanziaria 2006) non è stata prorogata l’applicazione dell’aliquota agevolata IVA al 10% relativamente alle manutenzioni ordinarie e straordinarie di cui alle lettere a) e b) dell’art. 31, comma 1, Legge n. 457/1978. Per compensare l’aumento dell’IVA, il Legislatore ha previsto l’aumento della detrazione IRPEF al 41%.

Gli interventi di cui alle lettere c) e d) della citata Legge n. 457/1998 (interventi di restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia) sono, invece, per natura, soggette all’aliquota ridotta del 10%. Infatti, il n. 127-quaterdecies, Tabella A, parte III, allegata al D.P.R. n. 633/1972, sottopone a tale aliquota le prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto inerenti la realizzazione delle opere di cui alle predette lettere c) e d), mentre il n. 127-terdecies della stessa Tabella prevede l’applicazione della stessa aliquota per le cessioni di beni finalizzate a detti interventi.

In considerazione di quanto sopra esposto, quindi, il ritorno alla percentuale del 41% di detrazione IRPEF risulta estremamente vantaggioso nel caso di effettuazione di interventi di restauro e risanamento conservativo, nonché di ristrutturazione edilizia.

Fonte:  www.seac.it

 

Articoli correlati
24 Settembre 2021
L’oggetto sociale della start-up innovativa.

I requisiti richiesti dalla legge. Per ottenere la qualifica di start-up innovativa...

24 Settembre 2021
Immobili in corso di definizione: ammesso il Superbonus a certe condizioni.

Nuovi chiarimenti sull'applicazione del Superbonus. Il contribuente istante è...

24 Settembre 2021
Detassazione per contributi ed indennità per emergenza Coronavirus.

Il nuovo quesito affrontato dall'Agenzia delle Entrate riguarda il corretto trattamento...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto