Novità Irpef - Ires
5 Maggio 2008

Recesso del collaboratore familiare: Risoluzione dell’Agenzia

Scarica il pdf

Con Risoluzione 28 aprile 2008, n. 176, l’Agenzia delle Entrate, in risposta ad una istanza d’interpello, ha fornito importanti chiarimenti in merito al trattamento fiscale da applicare alle somme versate al coniuge nel caso di recesso dall’impresa familiare.

Secondo l’Amministrazione finanziaria le somme liquidate al collaboratore dell’impresa familiare a seguito di recesso, non essendo riconducibili a nessuna categoria reddituale, non sono imponibili ai fini IRPEF in capo al percepiente. Il diritto di partecipazione all’impresa familiare infatti afferisce alla sfera personale dei soggetti e quindi esso non è riconducibile a nessuno degli istituti disciplinati dal TUIR.

Inoltre, l’Agenzia precisa che le somme in questione non costituiscono componente negativo di reddito per l’imprenditore e pertanto, non sono deducibili; infatti, per tali somme non ricorre il requisito dell’inerenza di cui all’art. 109, comma 5, TUIR.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
15 Ottobre 2021
Credito d’imposta per attività teatrali e spettacoli dal vivo: ecco le modalità di applicazione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate dell'11 ottobre 2021, sono...

15 Ottobre 2021
Agevolazioni per gli under 36 che acquistano la prima casa: tutti i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

L'Agenzia delle Entrate ha fornito una serie di chiarimenti in merito alle agevolazioni...

15 Ottobre 2021
Regime speciale per i lavoratori impatriati: no all’opzione per il prolungamento prima della conclusione del primo quinquennio.

Una nuova Risposta dell'Agenzia delle Entrate riguardante il regime speciale previsto...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto