Pubblicato il Decreto sul federalismo fiscale regionale e provinciale.

E’ stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale del 12 maggio 2011, il Decreto Legislativo n. 68 del 6 maggio 2011, in materia di federalismo fiscale regionale e provinciale. Si tratta del quinto Decreto attuativo del federalismo fiscale ed entrerà in vigore dal 27 maggio 2011.

In primo luogo, il Decreto dispone che, a decorrere dal 2013, siano soppressi tutti i trasferimenti statali alle Regioni a statuto ordinario aventi caratteri di generalità e permanenza e destinati all’esercizio delle competenze regionali.

Nel provvedimento è prevista, inoltre, sempre a decorrere dal 2013, la rideterminazione dell’addizionale regionale Irpef mediante un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Le Regioni a statuto ordinario potranno, con propria legge, aumentare o diminuire l’aliquota dell’addizionale regionale Irpef di base che, fino alla predetta rideterminazione, è fissata allo 0,9 %.

E’ stata introdotta, altresì, una compartecipazione regionale al gettito dell’Iva.

Inoltre, l’articolo 5 del Decreto prevede la possibilità, a decorrere dal 2013, per ciascuna Regione a statuto ordinario, di ridurre le aliquote dell’Irap fino ad azzerarle e di disporre deduzioni dalla base imponibile, nel rispetto della normativa dell’Unione Europea e degli orientamenti giurisprudenziali della Corte di Giustizia dell’Unione Europea.

In corrispondenza della soppressione dei trasferimenti con carattere di generalità e permanenza dalle Regioni ai Comuni, è prevista la determinazione da parte delle Regioni di una compartecipazione comunale ai tributi regionali e, prioritariamente, all’addizionale regionale Irpef.

Riguardo alle Province, il Decreto sul federalismo fiscale prevede la soppressione di tutti i trasferimenti regionali con carattere di generalità e permanenza diretti al finanziamento delle spese delle Province. Allo stesso tempo, è prevista l’introduzione, a partire dal 2013, di una compartecipazione delle Province alla tassa automobilistica spettante alla Regione.

Inoltre, a decorrere dal 2012, l’imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, esclusi i ciclomotori, diverrà tributo proprio delle Province. L’aliquota dell’imposta è determinata nella misura del 12,5 %, ma le Province possono aumentare o diminuire tale aliquota entro certi limiti.

A partire dal medesimo anno, la compartecipazione provinciale all’Irpef sarà stabilita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Allo stesso tempo verranno soppressi i trasferimenti statali alle Province.

Potranno, infine, essere introdotte delle imposte di scopo.

    

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.
 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale