Novità Irpef - Ires
21 Aprile 2012

Imposta sostitutiva e ritenuta in caso di opzione per l’affrancamento dei valori degli strumenti finanziari posseduti alla data del 31 dicembre 2011: istituiti i codici tributo per i relativi versamenti.

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 36 del 19 aprile 2012, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, dell’imposta sostitutiva del 12,5 % e della ritenuta derivante dall’esercizio dell’opzione, prevista dal Decreto Legge n. 138 del 13 agosto 2011, convertito dalla Legge n. 148 del 14 settembre 2011, per i contribuenti che intendano affrancare i maggiori valori degli strumenti finanziari, posseduti al di fuori dell’esercizio di impresa commerciale, alla data del 31 dicembre 2011.

Riguardo alle modalità di esercizio dell’opzione in questione, nella Risoluzione è stato ricordato che i contribuenti in regime dichiarativo devono esercitare l’opzione nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2011, congiuntamente per tutte le attività finanziarie e per le quote o azioni di organismi di investimento collettivo. I contribuenti provvederanno a versare l’imposta sostitutiva sui redditi di capitale e quella eventualmente dovuta sui redditi diversi di natura finanziaria entro il termine previsto per il versamento del saldo delle imposte sui redditi dovute in base alla dichiarazione dei redditi.

In caso, invece, di quote o azioni di organismi di investimento collettivo incluse in un rapporto di custodia, amministrazione o altro stabile rapporto, l’opzione dovrà essere esercitata con apposita comunicazione scritta resa entro il 31 marzo 2012 all’intermediario con il quale il contribuente ha il rapporto in questione. Le ritenute sui redditi di capitale e l’imposta sostitutiva sui redditi diversi di natura finanziaria applicata dall’intermediario depositario verranno versate entro il 16 maggio 2012. Regola analoga vale per i contribuenti in regime amministrato.

Nel modello F24, i codici tributo istituiti con la Risoluzione del 19 aprile 2012 devono essere indicati nella Sezione “Erario”, in corrispondenza della colonna “Importi a debito versati”. Inoltre, riguardo ai codici per il versamento dell’imposta sostitutiva, il campo “Anno di riferimento” deve essere riempito indicando l’anno d’imposta al quale si riferisce il versamento. Riguardo al codice istituito per il versamento della ritenuta sui redditi di capitale, il campo “rateazione/regione/prov./mese rif.” ed il campo “anno di riferimento” devono essere riempiti indicando, rispettivamente, il mese e l’anno ai quali si riferisce la ritenuta.
   

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.
 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto