Novità Irpef - Ires
12 Luglio 2013

Imposta estera in caso di redditi da lavoro dipendente prodotti all’estero: per la misura della detrazione deve sempre guardarsi alle regole di determinazione dei redditi del nostro ordinamento

Scarica il pdf

Nella Risoluzione n. 48 dell’8 luglio 2013, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle modalità di calcolo della riduzione dell’imposta estera detraibile, in virtù dell’articolo 165 del TUIR, in particolare nel caso di redditi da lavoro dipendente prestato all’estero.

La disposizione suddetta stabilisce che, nel caso in cui il reddito estero concorra alla formazione del reddito complessivo, l’imposta estera detraibile deve essere ridotta in misura corrispondente.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il reddito prodotto all’estero deve essere individuato nel risultato dell’operazione che dal compenso percepito permette di giungere, sulla base delle regole di determinazione previste dall’ordinamento italiano, a definire la base imponibile. Nel caso del reddito da lavoro dipendente, dovranno applicarsi specificamente le regole previste dall’articolo 51 del TUIR.

La conclusione espressa dall’Agenzia delle Entrate è quella secondo la quale, in conformità a quanto disposto dal TUIR, per determinare l’imposta estera detraibile è necessario rapportare il reddito estero, determinato in via convenzionale (in base ai criteri di cui all’articolo 51 del TUIR), al reddito che sarebbe tassabile in via ordinaria, e non in misura convenzionale, se l’attività lavorativa fosse svolta in Italia.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
23 Luglio 2021
Decreto Sostegni bis: ecco le modalità di applicazione del credito d’imposta per sanificazione ed acquisto dispositivi di protezione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 15 luglio 2021, sono...

23 Luglio 2021
Bonus facciate: sì ad interventi su parapetti dei balconi.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo all'applicazione del "bonus...

23 Luglio 2021
Sisma bonus per acquirenti: sì se l’asseverazione è presentata tardivamente per nuova zona sismica.

L'Agenzia delle Entrate ha affrontato una nuova questione relativa all'applicazione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto