Deducibilità accantonamenti per rischi su crediti: Sentenza della Cassazione

Con Sentenza 12 maggio 2006, n. 11080, la Corte di Cassazione si è espressa in merito alla deducibilità degli accantonamenti per rischi su crediti annotati nei conti d’ordine e non iscritti, invece, nell’attivo dello stato patrimoniale.

La deducibilità dei citati accantonamenti è consentita a condizione che i relativi crediti risultino dal bilancio. Evidenziando il fatto che i conti d’ordine sono parte integrante del bilancio, i giudici ritengono soddisfatta tale condizione, con conseguente possibilità, anche in tal caso, di portare in deduzione dal reddito complessivo i relativi accantonamenti per rischi.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale