NULL
Novità Irpef - Ires
7 Luglio 2007

Credito d’imposta: ammesso anche per imposte pagate in Paesi black list

Scarica il pdf

Con Risoluzione 28 giugno 2007, n. 147, l’Agenzia delle Entrate si è espressa in merito ad un interpello presentato da una SIM italiana che ha acquistato obbligazioni emesse da una finanziaria residente in un Paese a fiscalità privilegiata (Gibilterra), versando, sugli interessi da questa corrisposti, una ritenuta alla fonte a titolo definitivo, come attestato da apposita certificazione.

L’Agenzia delle Entrate sostiene che a norma dell’art. 165, commi 1 e 2, TUIR, il credito d’imposta estero può essere riconosciuto solamente se sussistono determinate condizioni quali:

  • la produzione di un reddito all’estero: in mancanza di apposite convenzioni in tal senso, si considera prodotto all’estero un reddito che, se prodotto in Italia da un non residente, sarebbe tassato nel nostro paese;
  • il concorso del reddito estero alla formazione del reddito complessivo del residente;
  • il pagamento delle imposte estere a titolo definitivo.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
2 Dicembre 2022
Sì al Superbonus in caso di installazione dell’ascensore esterno all’edificio.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un nuovo quesito riguardante il Superbonus. A...

2 Dicembre 2022
La cessione di smart box resta esclusa dall’esterometro.

Le cessioni degli "smart box" rientrano nei dati che devono essere comunicati tramite...

25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto