Collaborazione coordinata e continuativa

L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare del 18.6.2001 n. 58, ha chiarito la modalità di tassazione dei redditi da collaborazione coordinata e continuativa percepiti in un anno d’imposta diverso da quello a cui si riferisce. Ciò ha una rilevanza soprattutto in relazione alla modifica normativa di tali redditi in quanto da quest’anno vengono considerati come redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e non più a quelli di lavoro autonomo.

L’Agenzia ha spiegato che il momento impositivo fondamentale è quello in cui avviene la percezione del reddito.

Conseguentemente si applica la modalità di tassazione valida per il periodo in cui si percepisce.

Esempio più importante è la tassazione dei redditi relativi al 2000 e percepiti nel 2001.