Cassazione: la dichiarazione integrativa non è deducibile

Con Sentenza 29 marzo 2006, n. 7299, la Corte di Cassazione ha affermato che, ai fini delle imposte sui redditi, la dichiarazione integrativa effettuata in qualità di sostituto d’imposta non è deducibile.

I giudici hanno così dato un’interpretazione restrittiva dell’art. 63, Legge n. 413/1991. Secondo la Corte la norma dispone che una società, in qualità di contribuente, non può portare in deduzione, ai fini delle imposte sui redditi, somme o valori risultanti dalla dichiarazione integrativa presentata come sostituto d’imposta.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale