NULL
Iniziare un'attività
1 Gennaio 1970

Devo comunicare qualcosa agli Enti Previdenziali?

Scarica il pdf

L’inizio dell’attività va comunicata all’Ente Previdenziale competente per sede e per tipo di attività. Coloro che intendono svolgere un lavoro autonomo protetto da un Ordine (ad esempio un medico o un dottore commercialista) devono comunicare l’inizio dell’attività alle Casse Previdenziali connesse all’Ordine di appartenenza.

L’inizio di attività da comunicare all’Inps, invece va presentata tenendo conto della forma giuridica del soggetto che intraprende l’attività (ossia se è persona fisica o società).

Una volta eseguita l’iscrizione, in un secondo momento, l’Ente Previdenziale comunicherà quanto dovrà versare a titolo di contributi.

Dal 19/02/2008 è entrata in vigore la comunicazione unica per l’invio dell’attività di impresa. La fase sperimentale durerà 6 mesi e si concluderà il 19/08/2008, da tale giorno la nuova procedura sarà operativa su tutto il territorio.

La comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione nel registro delle imprese, ha effetto ai fini previdenziali, assistenziali e fiscali, nonché per l’ottenimento del codice fiscale e la partita Iva.

La comunicazione è esclusivamente telematica e coinvolge le camere di commercio, l’Agenzia delle Entrate, l’Inail e l’Inps.

Articoli correlati
14 Giugno 2024
Consultazione delle e-fatture senza adesione esplicita

Dal 20 marzo, l'acquisizione e consultazione delle e-fatture diventa più semplice per...

14 Giugno 2024
Per le finiture delle case antisismiche c’è tempo anche dopo il rogito

Per ottenere la detrazione, al momento della compravendita sono necessarie le...

14 Giugno 2024
Aggiornamento Catasto dei Fabbricati (Docfa)

Il Docfa (Documento Catasto FAbbricati) è un atto di aggiornamento predisposto da...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto