Altre Novità
8 Marzo 2014

Sanzioni ed interessi su importi rateizzati: istituiti i codici tributo per il versamento in caso di ravvedimento

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 25 del 4 marzo 2014, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle sanzioni e degli interessi dovuti, in caso di ravvedimento, per gli importi rateizzati a seguito di definizione dell’accertamento, dell’accertamento con adesione, della conciliazione giudiziale e della mediazione.

Nella Risoluzione, è ricordato che la normativa prevede la decadenza dal beneficio della rateazione soltanto nel caso di mancato pagamento di una delle rate diverse dalla prima entro il termine di pagamento della rata successiva. Quindi, nel caso in cui si salti una rata, ma si paghi in ritardo entro la scadenza successiva, è salvo il piano di rateazione e, con il ravvedimento suddetto, si può versare una sanzione ridotta.

I codici tributo istituiti devono essere inseriti nella sezione “Erario”, in corrispondenza della colonna degli “Importi a debito versati”. Nella Risoluzione, sono indicate anche le modalità di compilazione del modello F24 da seguire, con riferimento a ciascuno dei codici tributo.

Articoli correlati
24 Settembre 2021
L’oggetto sociale della start-up innovativa.

I requisiti richiesti dalla legge. Per ottenere la qualifica di start-up innovativa...

24 Settembre 2021
Immobili in corso di definizione: ammesso il Superbonus a certe condizioni.

Nuovi chiarimenti sull'applicazione del Superbonus. Il contribuente istante è...

24 Settembre 2021
Detassazione per contributi ed indennità per emergenza Coronavirus.

Il nuovo quesito affrontato dall'Agenzia delle Entrate riguarda il corretto trattamento...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto