scrivere 9

Riduzione del canone di locazione a causa dell’emergenza Coronavirus: ecco come procedere alla registrazione

0 Flares 0 Flares ×

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato, tra le risposte alle domande più frequenti in materia di registrazione di contratti, una risposta relativa alla riduzione del canone di locazione concordata a causa dell’emergenza Coronavirus ed alla registrazione della relativa modifica contrattuale.

In particolare, il locatore ha richiesto di conoscere le modalità per comunicare all’Agenzia delle Entrate la modifica del contratto di locazione originario, in alternativa alla registrazione presso gli uffici dell’Agenzia, ed il termine da rispettare per la comunicazione.

L’Agenzia delle Entrate ha evidenziato che non sussiste l’obbligo di registrazione della riduzione del canone di locazione. Qualora il contribuente decidesse comunque di procedere alla registrazione della modifica contrattuale al fine di comunicare la riduzione della base imponibile ai fini del calcolo dell’imposta di registro e delle imposte dirette, non ci sarà un termine da rispettare e la registrazione potrà essere effettuata anche al termine dell’emergenza Coronavirus.

Se il contribuente intendesse procedere in questo periodo alla registrazione, potrà farlo, senza pagamento dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo, utilizzando la Posta Elettronica Certificata o la posta elettronica ordinaria, mettendo in evidenza i dati per essere contattato.

Alla richiesta di registrazione inviata tramite Pec o e-mail dovrà essere allegata:

  • la scansione dell’accordo di riduzione del canone di locazione;
  • il modello 69 debitamente sottoscritto;
  • la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa dal richiedente, avente ad oggetto il possesso dell’originale dell’accordo e la conformità a questo dell’immagine inviata e l’impegno a depositare in ufficio l’atto in originale al termine del periodo di emergenza;
  • la copia del documento d’identità del richiedente la registrazione dell’accordo.

La richiesta di registrazione dovrà essere indirizzata all’ufficio presso il quale era stata registrata la locazione oggetto della modifica contrattuale. L’ufficio procederà a verificare la correttezza della documentazione inviata ed effettuerà la registrazione, comunicando gli estremi a chi l’ha richiesta. Il richiedente sarà comunque tenuto a depositare, una volta conclusasi l’emergenza, l’originale dell’accordo presso il medesimo ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate, infine, ha ricordato che, con il Decreto “Cura Italia”, è stata disposta la sospensione degli adempimenti tributari in scadenza tra l’8 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020. Tali adempimenti, tra i quali rientra anche la registrazione di accordi di questo tipo, potranno essere effettuati senza sanzioni entro il 30 giugno 2020.