Altre Novità
18 Ottobre 2019

Imposta di consumo sui succedanei dei prodotti da fumo: ecco i codici in caso di ritardo nel pagamento

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 86 del 15 ottobre 2019, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo da utilizzare per effettuare il versamento, tramite modello “F24 Accise”, delle somme dovute a titolo di indennità di mora ed interessi sull’imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo.

Si tratta delle somme dovute in caso di ritardo nel pagamento dell’imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo.

I codici tributo istituiti sono: il codice “5467” per il versamento delle indennità di mora ed il codice “5468” per il versamento degli interessi sul ritardato pagamento.

Riguardo alla compilazione del modello “F24 Accise”, i codici in questione dovranno essere inseriti nella “Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”.

Inoltre, dovranno essere indicati:

  • nel campo “ente”, la lettera M;
  • nel campo “provincia (prov.)”, la sigla della Provincia nella quale è situato il deposito del distributore;
  • nel campo “rateazione”, il valore “0101” o “0202”, nel caso in cui il versamento si riferisca, rispettivamente, all’imposta relativa ai primi quindici giorni oppure dal giorno 16 alla fine del mese;
  • nei campi “mese” e “anno di riferimento”, il mese e l’anno di immissione in consumo dei prodotti succedanei dei prodotti da fumo.

Il campo “codice identificativo” deve rimanere vuoto.

Articoli correlati
14 Maggio 2021
Rimborsi per spese sostenute da lavoratori in smart working: tassabili se non collegati a criteri oggettivi.

L'Agenzia delle Entrate si è pronunciata nuovamente riguardo alla tassabilità dei...

14 Maggio 2021
Attestazioni rilasciate a medici che chiedono un indennizzo per isolamento da Covid: sì all’imposta di bollo.

Nuova questione affrontata dall'Agenzia delle Entrate. Si tratta dell'applicabilità...

14 Maggio 2021
Interventi in aree per fiere e convegni: quando è ammesso il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro?

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta a fornire nuovi chiarimenti riguardo...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto