Altre Novità
17 Luglio 2015

Esenzione Imu e Tasi per immobili utilizzati da enti non commerciali per la ricerca scientifica

Scarica il pdf

Il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia, con la Risoluzione n. 7 del 13 luglio 2015, ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità dell’Imu e della Tasi agli immobili utilizzati da enti non commerciali per l’attività di ricerca scientifica.

In particolare, il Dipartimento delle Finanze si è espresso riguardo agli immobili utilizzati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) esclusivamente per lo svolgimento con modalità non commerciali di attività di ricerca scientifica.

Nella Risoluzione, è stato affermato che gli enti di ricerca in questione possono beneficiare dell’esenzione dall’Imu e dalla Tasi, in quanto per tali enti sussistono contemporaneamente i requisiti soggettivi ed oggettivi, generali e di settore, che permettono di qualificare le attività svolte da essi come svolte con modalità non commerciali.

Articoli correlati
14 Maggio 2021
Rimborsi per spese sostenute da lavoratori in smart working: tassabili se non collegati a criteri oggettivi.

L'Agenzia delle Entrate si è pronunciata nuovamente riguardo alla tassabilità dei...

14 Maggio 2021
Attestazioni rilasciate a medici che chiedono un indennizzo per isolamento da Covid: sì all’imposta di bollo.

Nuova questione affrontata dall'Agenzia delle Entrate. Si tratta dell'applicabilità...

14 Maggio 2021
Interventi in aree per fiere e convegni: quando è ammesso il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro?

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta a fornire nuovi chiarimenti riguardo...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto