string(14) "sidebar attiva"
Altre Novità
13 Maggio 2022
3 Minuti di lettura

Credito d’imposta per società benefit: ecco come presentare le istanze per accedervi.

Scarica il pdf

Con un Decreto del Direttore Generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 maggio 2022, sono stati definiti i termini e le modalità di presentazione delle istanze per l’accesso all’agevolazione prevista per le società benefit.

Il Decreto “Rilancio” del 2020 ha introdotto un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50 % dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit sostenuti dalla data di entrata in vigore della Legge di conversione del Decreto stesso (19 luglio 2020) al 31 dicembre 2021. Si tratta di un credito d’imposta riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo di 7 milioni di Euro che costituisce il limite di spesa. Tra i costi di costituzione e trasformazione sono compresi quelli notarili e di iscrizione nel Registro delle Imprese e le spese riguardanti l’assistenza professionale e la consulenza sostenute e direttamente destinate alla costituzione o alla trasformazione in società benefit. L’importo massimo che può essere utilizzato in compensazione è pari a 10.000 Euro per ciascun contribuente.

Si precisa che le “società benefit” sono state introdotte dalla Legge di Stabilità per il 2016 e sono quelle imprese, di qualsiasi dimensione, che, nell’esercizio di un’attività economica, oltre allo scopo di dividere gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune ed operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori ed ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti ed associazioni ed altri portatori di interessi.

I soggetti in possesso dei requisiti per accedere all’agevolazione dovranno presentare al Ministero dello Sviluppo Economico un’apposita istanza, esclusivamente per via telematica, attraverso una procedura informatica resa disponibile sul sito web del Ministero. Ciascun soggetto richiedente può presentare un’unica istanza.

Il soggetto richiedente dovrà allegare all’istanza la documentazione attestante la costituzione e/o la trasformazione in società benefit; i titoli di spesa in formato elettronico; la copia dell’estratto del conto corrente dalla quale risultino i pagamenti effettuati.

Il periodo nel quale possono essere presentate le istanze va dalle ore 12.00 del 19 maggio 2022 fino alle ore 12.00 del 15 giugno 2022. Nel Decreto è precisato che l’ordine temporale di presentazione delle istanze non determina alcun vantaggio, né penalizzazione nella procedura di trattamento delle istanze. Quindi, ai fini dell’attribuzione delle agevolazioni, le istanze presentate nel primo giorno utile saranno trattate allo stesso modo delle istanze presentate l’ultimo giorno.

L’istanza dovrà essere perfezionata con l’apposizione della marca da bollo di 16,00 Euro che dovrà essere opportunamente annullata e conservata in originale presso la sede del richiedente per eventuali controlli.

Articoli correlati
20 Maggio 2022
Legge di Bilancio per il 2022: tutti i chiarimenti sulle proroghe dei crediti d’imposta.

Nella Circolare n. 14 del 17 maggio 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito diversi...

20 Maggio 2022
Trattamento fiscale agevolato per i premi di risultato: no se previsti solo da regolamenti aziendali.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulla tassazione dei premi di...

20 Maggio 2022
Superbonus: possibile esercitare l’opzione per la cessione solo per un tipo di intervento.

Un nuovo quesito sul Superbonus è stato posto all'attenzione dell'Agenzia delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto