Altre Novità
25 Gennaio 2014

Versamento tramite modello F24 dell’imposta di registro e di altri tributi per i contratti di locazione: istituiti i codici tributo.

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 14 del 24 gennaio 2014, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo da utilizzare per effettuare il versamento, tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, delle somme dovute per la registrazione dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili.

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 3 gennaio 2014 erano già state estese le modalità di versamento relative al modello F24 alle somme dovute per la registrazione dei contratti di locazione e di affitto degli immobili (newsletter Misterfisco del 13 gennaio 2014).

I codici tributi istituiti sono:

– il codice “1500” per il versamento dell’imposta di registro per la prima registrazione;

– il codice “1501” per il versamento dell’imposta di registro per le annualità successive;

– il codice “1502” per il versamento dell’imposta di registro in caso di cessione del contratto;

– il codice “1503” per il versamento dell’imposta di registro in caso di risoluzione del contratto;

– il codice “1504” per il versamento dell’imposta di registro in caso di proroghe del contratto;

– il codice “1505” per il versamento dell’imposta di bollo;

– il codice “1506” per il versamento dei tributi locali e compensi;

– il codice “1507” per il versamento delle sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione;

– il codice “1508” per il versamento degli interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione;

– il codice “1509” per il versamento delle sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi;

– il codice “1510” per il versamento degli interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi.

E’ stato, altresì, istituito il codice identificativo “63” per la corretta identificazione della controparte del contratto.

Nella Risoluzione, sono state riportate anche le modalità di compilazione del modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”.

Con la medesima Risoluzione del 24 gennaio 2014, sono stati, inoltre, istituiti i codici tributo per il versamento, sempre tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, delle somme dovute a seguito degli avvisi di liquidazione dell’imposta e di irrogazione delle sanzioni, emessi dagli Uffici dell’Amministrazione finanziaria.

Si tratta del codice “A135” per il versamento dell’imposta di registro a seguito dell’avviso di liquidazione dell’imposta e di irrogazione della sanzione; il codice “A136” per il versamento dell’imposta di bollo nel medesimo caso; il codice “A137” ed il codice “A138” per il versamento, rispettivamente, delle sanzioni e degli interessi.

I codici in questione devono essere inseriti in corrispondenza delle somme indicate nella colonna degli “importi a debito versati”. Devono, inoltre, essere indicati: nella sezione “contribuente”, i dati anagrafici ed il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento; nella sezione “Erario ed altro”, in corrispondenza dei campi “codice ufficio”, “codice atto” e “anno di riferimento”, i dati riportati nel modello di pagamento allegato all’avviso di liquidazione inviato dall’Ufficio o, se non disponibile, nell’avviso medesimo. Nel campo “tipo” deve essere inserita la lettera “F”.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
24 Settembre 2021
L’oggetto sociale della start-up innovativa.

I requisiti richiesti dalla legge. Per ottenere la qualifica di start-up innovativa...

24 Settembre 2021
Immobili in corso di definizione: ammesso il Superbonus a certe condizioni.

Nuovi chiarimenti sull'applicazione del Superbonus. Il contribuente istante è...

24 Settembre 2021
Detassazione per contributi ed indennità per emergenza Coronavirus.

Il nuovo quesito affrontato dall'Agenzia delle Entrate riguarda il corretto trattamento...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto