Verifiche induttive anche in caso di contabilità scarsa: Sentenza della Cassazione

Con Sentenza 18 febbraio 2009, n. 3853, la Corte di cassazione ha dichiarato legittimo l’accertamento induttivo anche in caso di contabilità quasi assente.

Secondo i giudici, infatti, pure in presenza di contabilità aziendale scarsa, l’Amministrazione finanziaria può procedere all’accertamento induttivo del reddito basandosi esclusivamente su piccoli campioni di operazioni commerciali rintracciabili da documenti fiscali raccolti nella sede dell’impresa.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale