NULL
Altre Novità
26 Gennaio 2013

Verbale di apertura delle cassette di sicurezza: non c’e’ obbligo di registrazione.

Scarica il pdf

Nella Risoluzione n. 2 del 24 gennaio 2013, l’Agenzia delle Entrate ha risposto all’istanza di consulenza giuridica relativa all’applicazione dell’imposta di registro al verbale di apertura delle cassette di sicurezza.

L’Agenzia delle Entrate ha affermato che il verbale redatto al momento dell’apertura della cassetta di sicurezza, successivamente alla morte del concessionario (persona autorizzata ad accedervi) della cassetta medesima, è previsto da disposizioni tributarie ed ha la finalità principale, di natura fiscale, di consentire la certificazione delle cose mobili e dei valori individuati nella cassetta, così da determinare esattamente l’attivo ereditario appartenente al titolare della cassetta di sicurezza ed applicare su tale attivo ereditario l’imposta sulle successioni e donazioni.

Si tratta, quindi, di un atto formato per assicurare l’applicazione di un’imposta. Per tale tipologia di atti, l’articolo 5 della tabella allegata al TUR prevede che non vi sia l’obbligo di registrazione.

La conclusione espressa dall’Agenzia delle Entrate è, conseguentemente, che per il verbale in questione non sia previsto l’obbligo di richiedere la registrazione, anche se redatto nella forma pubblica.

L’atto potrà essere comunque oggetto di registrazione volontaria e, in tale caso, verrà applicata l’imposta di registro in misura fissa.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
24 Maggio 2024
L’Iscro

L’ISCRO è l’indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa...

17 Maggio 2024
La nuova Riforma Fiscale, il parere del Dott. Scalia.

E' in via di definizione la nuova riforma fiscale, e per capire lo stato dell'arte,...

17 Maggio 2024
Bonus badanti: accesso ai servizi per i lavoratori domestici.

Sul sito dell’INPS vi è una sezione telematica dedicata ai lavoratori domestici...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto