Tarsu: rifiuti speciali assimilati a quelli urbani

La CTR Lazio, sezione staccata di Latina, con Sentenza n. 37/39/06, depositata il 14 marzo 2006, ha affermato che il Comune, per poter richiedere il pagamento della tassa sui rifiuti urbani, deve preventivamente assimilare i rifiuti speciali ai rifiuti urbani.

Nel caso di specie, il Comune richiedeva ad una società che esercita attività di betonaggio il pagamento della Tarsu per gli scarti di calcestruzzi e inerti. Il regolamento comunale non ha mai inserito questo tipo di materiale tra i rifiuti urbani.

Secondo la Commissione, la mancanza di assimilazione dei rifiuti speciali con quelli urbani, fa venir meno il presupposto della Tarsu, così come stabilito dal Decreto Ronchi.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale