Altre Novità
18 Maggio 2013

Sisma in Emilia del maggio 2012: approvato il nuovo modello per l’accesso al finanziamento agevolato per il pagamento dei tributi.

Scarica il pdf

Con un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 16 maggio 2013, è stata disposta la sostituzione del modello di comunicazione, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica della comunicazione, per l’accesso al finanziamento agevolato dei pagamenti dei tributi, dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, previsto a seguito del sisma del maggio 2012.

La sostituzione si è resa necessaria a seguito delle recenti modifiche normative in materia.

In particolare, il termine per l’accesso a tale finanziamento, inizialmente fissato al 30 novembre 2012, è stato prorogato al 15 giugno 2013. Entro quest’ultimo termine, i soggetti che non hanno potuto presentare la documentazione utile per accedere al finanziamento agevolato entro il termine originario, potranno provvedervi. Naturalmente ciò potrà avvenire purché siano in possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi e delle condizioni richieste dalla normativa.

Inoltre, è stato previsto che il finanziamento possa essere richiesto per il pagamento dei tributi, dei contributi e dei premi dovuti dal 1° luglio al 30 settembre 2013, sia da coloro che presenteranno la documentazione utile entro il nuovo termine, sia da coloro che hanno già rispettato il termine del 30 novembre 2012.

Il modello, come precisato nel Provvedimento, potrà essere utilizzato anche dai titolari di reddito d’impresa industriale e commerciale, dagli esercenti attività agricole e dai titolari di reddito di lavoro autonomo che hanno sede operativa o domicilio fiscale nei Comuni colpiti dal sisma e che possono dimostrare di aver subito un danno economico diretto, conseguente causalmente dagli eventi sismici del maggio 2012. In questo caso, l’utilizzo del modello è subordinato all’emanazione del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze con il quale si comunichi l’esito positivo della verifica, effettuata dagli Organi comunitari competenti, della compatibilità delle disposizioni normative che hanno così ampliato l’ambito di applicazione del finanziamento agevolato.

Inoltre, questo modello di comunicazione deve essere utilizzato dai destinatari originari del finanziamento, ovvero i soggetti titolari di reddito d’impresa, gli esercenti attività agricole ed i titolari di reddito di lavoro autonomo che, limitatamente ai danni subiti dalla loro attività, hanno i requisiti per accedere ai contributi di cui all’articolo 3 del Decreto Legge n. 74 del 6 giugno 2012 ed i titolari di reddito da lavoro dipendente proprietari di un’unità immobiliare destinata ad abitazione principale classificata nelle categorie B, C, D, E ed F della classificazione AeDES.

La comunicazione deve essere trasmessa, esclusivamente per via telematica, all’Agenzia delle Entrate direttamente dai soggetti interessati o tramite gli intermediari abilitati.

Inoltre, con il medesimo Provvedimento, sono state approvate anche le specifiche tecniche per la trasmissione telematica da parte dei soggetti finanziatori all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi ai finanziamenti erogati e dei dati relativi all’utilizzo del credito d’imposta, oltre ai dati identificativi dei soggetti che omettono i pagamenti previsti dai piani di ammortamento ed ai relativi importi dovuti, che verranno successivamente iscritti a ruolo per la riscossione.

Infine, nel Provvedimento del 16 maggio 2013 è stato disposto che il credito d’imposta del quale beneficiano i soggetti finanziatori potrà non solo essere utilizzato in compensazione nel modello F24 e ceduto ai sensi dell’articolo 43-ter del D.P.R. n. 602 del 29 settembre 1973, ma potrà anche essere ceduto dal soggetto finanziatore ai sensi dell’articolo 1260 del codice civile. Il cessionario potrà utilizzare il credito ceduto in compensazione. Inoltre, il credito ceduto dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi del soggetto cessionario.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto