Altre Novità
24 Settembre 2011

Restituzione spontanea di rimborsi d’imposta indebitamente percepiti: istituiti i codici tributo.

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 86 del 12 agosto 2011, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo da utilizzare per la restituzione, tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, di rimborsi d’imposta e di altre somme erogate dall’Agenzia delle Entrate e indebitamente percepite dai contribuenti.

I codici istituiti sono tre: “8084” per le somme da restituire relative alle imposte, “8085” per le somme relative agli interessi, “8086” per le somme relative alle sanzioni.

Nel campo “tipo” del modello dovrà essere inserito, precisa l’Agenzia, il carattere “R”. Nel campo “anno di riferimento” dovrà essere indicato l’anno d’imposta al quale si riferisce il rimborso non spettante. Infine, nel campo “elementi identificativi” dovrà essere espresso il motivo dell’erogazione, secondo una classificazione specificata nella Risoluzione.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto