NULL
Altre Novità
18 Ottobre 2008

Regolarità delle scritture e accertamento: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza n. 16430/2008, la Corte di Cassazione ha stabilito che la tenuta regolare della contabilità aziendale non è sufficiente per sottrarsi alla rettifica dei dati riportati in dichiarazione dei redditi.

Secondo i giudici, infatti, l’art. 54, D.P.R. n. 633/1972, ammette la possibilità di desumere l’esistenza di omissioni o false indicazioni sulla base di presunzioni semplici, purchè gravi, precise e concordanti, anche in presenza di scritture regolarmente tenute e formalmente corrette.

Inoltre, è stato ribadito che il rinvenimento presso la sede dell’impresa di documentazione non obbligatoria, ma utile a evidenziare operazioni non contabilizzate, pur in presenza di scritture contabili formalmente corrette, è da considerarsi rilevante ai fini probatori.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
14 Giugno 2024
Consultazione delle e-fatture senza adesione esplicita

Dal 20 marzo, l'acquisizione e consultazione delle e-fatture diventa più semplice per...

14 Giugno 2024
Per le finiture delle case antisismiche c’è tempo anche dopo il rogito

Per ottenere la detrazione, al momento della compravendita sono necessarie le...

14 Giugno 2024
Aggiornamento Catasto dei Fabbricati (Docfa)

Il Docfa (Documento Catasto FAbbricati) è un atto di aggiornamento predisposto da...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto