NULL
Altre Novità
23 Dicembre 2006

Ravvedimento operoso anche per intermediari e CAF

Scarica il pdf

Il comma n. 33, disegno di Legge Finanziaria 2007, ha finalmente risolto ogni dubbio circa l’applicabilità, agli intermediari e ai centri di assistenza fiscale, dell’istituto del ravvedimento operoso nel caso di violazioni relative al rilascio del visto di conformità (o dell’asseverazione) e nel caso di omessa o tardiva trasmissione delle dichiarazioni.

Il nuovo comma 1-bis dell’art. 39, D.Lgs. n. 241/1997, stabilisce che questi tipi di violazione hanno esclusivamente carattere tributario e non, come erroneamente sostenuto dall’Agenzia delle entrate, carattere amministrativo.

Ne consegue, quindi che agli intermediari e ai CAF saranno applicabili gli istituti propri del diritto tributario che sono, appunto, il ravvedimento operoso, il cumulo giuridico, la definizione agevolata delle sanzioni e tutti gli altri principi e istituti del D.Lgs. n. 472/1997.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
12 Aprile 2024
Hai ricevuto la busta paga e non ti è stata retribuita la festività per il giorno di Pasqua? Ecco il motivo

Molti lavoratori non hanno ricevuto in busta paga alcuna retribuzione per la...

12 Aprile 2024
Detrazione Irpef 2023 invariata per atenei non statali

Le regole relative alla detrazione Irpef per le spese universitarie sostenute presso...

12 Aprile 2024
Stock option da Oic a Ias/Ifrs, deducibili solo nell’anno di passaggio

Il passaggio dalle norme contabili nazionali (Oic) agli standard internazionali...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto