Altre Novità
15 Settembre 2008

Presunzione di maggior reddito: l’accertamento fiscale cade se fornite adeguate prove

Scarica il pdf

Con Sentenza 9 maggio 2008, la Ctr del Lazio si è pronunciata in materia di accertamento fiscale, sancendo il principio in forza del quale l’acquisto di beni, in assenza di un’adeguata capacità reddituale, non implica la presunzione di una maggiore capacità contributiva ai sensi dell’art. 38, D.P.R. n. 600/1973, qualora il contribuente sia in grado di fornire opportuna documentazione.

Secondo i giudici, al fine di tutelarsi da un eventuale accertamento futuro da parte dell’Amministrazione finanziaria, è sufficiente documentare la corresponsione del prestito o della donazione ricevuta (ad esempio dai genitori o da altri familiari), mediante la documentazione bancaria.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto