NULL
Altre Novità
16 Maggio 2009

Notifica di accertamento: valida anche se consegnata a persona di famiglia

Scarica il pdf

Con Sentenza 12 maggio 2009, n. 10955, la Corte di Cassazione ha sancito la validità delle notifiche di accertamento delle imposte fatte ai familiari del contribuente, indipendentemente che essi siano conviventi o meno, anche qualora le consegne non siano seguite dall’invio di lettera raccomandata.

Secondo i giudici, infatti, che hanno accolto il ricorso dell’Amministrazione finanziaria, è sufficiente l’esistenza di un vincolo (di parentela o affinità) tale da giustificare la presunzione che la persona di famiglia consegnerà l’atto al destinatario. Pertanto, spetta al contribuente che dichiara di non aver ricevuto alcun atto, l’onere di provare il carattere del tutto occasionale della presenza del familiare presso la propria abitazione.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
2 Dicembre 2022
Sì al Superbonus in caso di installazione dell’ascensore esterno all’edificio.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un nuovo quesito riguardante il Superbonus. A...

2 Dicembre 2022
La cessione di smart box resta esclusa dall’esterometro.

Le cessioni degli "smart box" rientrano nei dati che devono essere comunicati tramite...

25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto