NULL
Altre Novità
12 Gennaio 2008

L’uso di anestetico da parte dei dentisti è indice di reddito: Sentenza della Corte di Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 20 dicembre 2007, n. 26838, la Corte di Cassazione si è espressa in materia di accertamento induttivo.

Nel caso specifico, le indagini effettuate dalla Guardia di Finanza sulla contabilità di un odontoiatra dell’Asl che esercitava anche privatamente evidenziavano un uso di anestetico sproporzionato rispetto al numero di interventi fatturati. Utilizzando il consumo di anestetico come indice di redditività, l’Amministrazione finanziaria richiedeva il versamento degli arretrati IRPEF.

A conclusione del contenzioso con il contribuente, i giudici hanno disposto che l’accertamento induttivo utilizzato dal Fisco e basato sull’utilizzo di anestetico è legittimo; ciò indipendentemente dal fatto che il medico eserciti anche presso un’Asl e attribuisca il consumo del farmaco a tali attività.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
5 Agosto 2022
Vi aspettiamo a settembre

La redazione dà appuntamento a settembre per le prossime notizie e augura buone vacanze...

4 Agosto 2022
Social bonus: arriva il regolamento per l’attuazione del credito d’imposta.

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 luglio 2022 il Decreto del Ministero...

4 Agosto 2022
L’Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo per utilizzare tre nuovi crediti d’imposta.

Con tre diverse Risoluzioni dell'Agenzia delle Entrate del 27 luglio 2022 sono stati...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto