Altre Novità
16 Maggio 2009

L’abuso di diritto non determina sanzioni: Sentenza della CTR di Firenze

Scarica il pdf

Con Sentenza 1 aprile 2009, n. 26, la Commissione tributaria regionale di Firenze ha stabilito che, in tema di abuso di diritto da parte del contribuente, l’Amministrazione finanziaria può non riconoscere gli effetti dei negozi giuridici posti in essere, chiedendo il pagamento delle imposte dovute; tuttavia, l’Agenzia delle Entrate non potrà altresì irrogare sanzioni, a fronte di obiettive condizioni di incertezza circa l’esatta qualificazione giuridica dei contratti utilizzati.

L’onere della prova con riferimento all’abuso di diritto grava sull’Amministrazione finanziaria, la quale deve dimostrare l’utilizzo di negozi giuridici – di per sé leciti – a scopi elusivi, mentre il contribuente, ai fini della prova liberatoria, deve avvalorare le ragioni che hanno comportato la scelta delle attuate operazioni economiche.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto