Altre Novità
24 Dicembre 2011

L’Agenzia delle Entrate presenta i suoi servizi telematici e le modalita’ per accedervi.

Scarica il pdf

Nella Circolare n. 54 del 21 dicembre 2011, l’Agenzia delle Entrate si è occupata dei servizi telematici che mette a disposizione dei cittadini. In particolare, sono stati forniti gli indirizzi operativi per il rilascio del codice PIN per l’utilizzo dei servizi telematici in questione.

Il codice PIN può essere richiesto direttamente on line dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate. Dovrà essere compilata una domanda di abilitazione al servizio, nella quale dovrà essere indicato il codice fiscale ed alcuni dati personali del contribuente, come il tipo di modello di dichiarazione dei redditi presentato, il soggetto al quale è stato presentato ed i dati indicati nella dichiarazione dei redditi o nel modello CUD.

Le prime quattro cifre del codice PIN vengono fornite subito. Al massimo entro quindici giorni, il richiedente riceverà, al proprio domicilio, una lettera contenente le ultime sei cifre del codice PIN e la password per il primo accesso.

Qualora vi fossero dei problemi (il sistema non ha accettato la domanda di abilitazione, il richiedente non è riuscito a stampare il numero di domanda di abilitazione e la prima parte del codice PIN oppure non ha ricevuto al proprio domicilio la seconda parte del codice PIN e la password per il primo accesso), l’utente dovrà rivolgersi necessariamente ad un qualsiasi ufficio territoriale.

La procedura può essere attivata anche per telefono, al numero 848.800.444, oppure presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia.

E’ stato, altresì, precisato che il contribuente che non intende recarsi personalmente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, può farsi rappresentare da un procuratore speciale, al quale deve aver conferito procura per iscritto con firma autenticata, che deve essere presentata in originale.

In allegato alla Circolare, è stata inserita una brochure nella quale sono riepilogate le modalità da seguire per richiedere il codice PIN e per contattare l’Agenzia delle Entrate, e sono indicate le operazioni che possono essere effettuate da coloro che, appunto, possiedono il PIN (come l’accesso al cassetto fiscale, la comunicazione delle coordinate bancarie per l’accredito dei rimborsi, la trasmissione di istanze), ma anche i servizi telematici ad accesso libero, come il calcolo del bollo auto e degli importi per la tassazione degli atti giudiziari.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto