Altre Novità
5 Febbraio 2010

Ipoteca volontaria a seguito di riconoscimento del debito: no 3% dell’imposta di registro

Scarica il pdf

Con una Sentenza depositata il 7 gennaio 2010, la Commissione tributaria provinciale di Perugia ha chiarito che, qualora venga riconosciuto un debito quale presupposto di costituzione di ipoteca volontaria, non si deve applicare l’imposta di registro del 3%.

Infatti, per poter applicare il tributo in tale percentuale è necessario che si verifichi un incremento patrimoniale di una o di entrambe le parti oppure un finanziamento nei confronti di una da parte dell’altra.

Qualora, invece, si tratti di mera restituzione di quanto già versato, si applica l’imposta citata allo 0,5%.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto