Invito a trasmettere il modello per gli studi di settore: da quest’anno sara’ inserito direttamente nelle ricevute telematiche di ricezione delle dichiarazioni dei redditi.

0 Flares 0 Flares ×

Con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 aprile 2013, sono state dispose alcune modifiche al Decreto dirigenziale del 31 luglio 1998, riguardante le modalità tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a registrazione.

In particolare, è stato modificato il contenuto delle ricevute che vengono restituite dai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate al momento della trasmissione delle dichiarazioni fiscali da parte dei contribuenti abilitati all’utilizzo di Entratel o Fisconline.

Nelle ricevute trasmesse dall’Agenzia delle Entrate verrà, infatti, inserito un apposito invito rivolto al contribuente, affinché questi provveda a trasmettere, se non ancora fatto, il modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore.

L’invito in questione, è precisato nel Provvedimento, riguarda i soggetti che dichiarano redditi derivanti da un’attività d’impresa o di lavoro autonomo per la quale risulta approvato uno studio di settore e che, in sede di dichiarazione, non hanno presentato il relativo modello per la comunicazione dei dati, pur non avendo indicato una causa di inapplicabilità degli studi o una causa di esclusione che permetta loro di essere esonerati dalla presentazione del modello.

Quindi, a partire dal periodo d’imposta 2012, i contribuenti verranno invitati a presentare il modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, non attraverso il servizio postale, ma direttamente attraverso la ricevuta telematica rilasciata al momento della trasmissione della dichiarazione dei redditi.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.