Interessi per ritardato o omesso versamento dell’imposta sulle assicurazioni e dei contributi sui premi assicurativi: istituiti i codici tributo.

0 Flares 0 Flares ×

Con la Risoluzione n. 59 del 12 giugno 2012, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo da utilizzare per effettuare il versamento, tramite modello “F24 Accise”, delle somme dovute a titolo di interessi per ritardato o omesso versamento dell’imposta sulle assicurazioni, del contributo sui premi di assicurazione per RCA e del contributo al Fondo per le vittime delle richieste estortive e dell’usura.

Le prime somme si riferiscono all’imposta sulle assicurazioni dovuta dalle società assicurative sui premi e gli accessori incassati nel corso di ciascun mese solare.

Riguardo al contributo sui premi di assicurazione per la responsabilità civile per i danni causati dalla circolazione di veicoli a motore e natanti, si tratta del contributo previsto dal Decreto Legislativo n. 209 del 7 settembre 2005 per il rimborso delle prestazioni a carico del Servizio Sanitario Nazionale erogate, dalle Regioni o da altri enti, ai danneggiati dalla circolazione dei veicoli a motore o dei natanti.

Infine, le ultime somme costituiscono il contributo sui premi assicurativi nei rami incendio, responsabilità civile diversi, auto rischi diversi e furto, destinato al Fondo di solidarietà per le vittime delle richieste estorsive e dell’usura, istituito presso il Ministero dell’Interno.

Già con le Risoluzioni del 22 ottobre 2010 e del 10 marzo 2011, erano stati istituiti i codici tributo per il versamento di queste somme.

I codici tributo istituiti con la Risoluzione del 12 giugno 2012 sono, invece, destinati specificamente al versamento degli interessi dovuti per ritardato o omesso versamento delle predette somme.

Nel modello “F24 Accise”, i codici in questione devono essere inseriti nella Sezione “Accise/Monopoli ed altri versamenti non ammessi in compensazione“, in corrispondenza della colonna degli “importi a debito versati”.

Inoltre, devono essere indicati nel campo “ente” il codice “A”, nel campo “mese” il mese al quale si riferisce il versamento, nel campo “anno di riferimento” l’anno per il quale è effettuato il versamento. Inoltre, per il codice relativo agli interessi per ritardato o omesso versamento dell’imposta sulle assicurazioni RCA destinata alle Province, dovrà essere indicato nel campo “prov.” il codice della Provincia nella quale ha la propria residenza l’intestatario della carta di circolazione.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.