In G.U. il Provvedimento per l’accatastamento degli immobili compresi nei complessi gruppo E

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 9 gennaio 2007, n. 6, il Provvedimento dell’Agenzia del Territorio 2 gennaio 2007 che individua le modalità di attuazione delle disposizioni contenute nell’art. 2, commi da 40 a 45, D.L. n. 262/2006, in materia di accatastamento degli immobili ricompresi nei grandi complessi pubblici.

Entro il 3 luglio 2007 tutti i proprietari di immobili destinati ad attività di impresa con scopo di lucro (edicole, minimarket, ristoranti, negozi, uffici postali, ambulatori, uffici di pubblica sicurezza, ecc.) compresi nei complessi pubblici censiti nel gruppo E (stazioni, porti, aeroporti, fiere, ecc.), devono presentare all’Agenzia del Territorio la proposta di rendita ai sensi del D.M. n. 701/1994.

Tali fabbricati verranno censiti nelle categorie dei gruppi B, C, D e quindi non beneficeranno più dell’esenzione dall’ICI prevista per la categoria E.

Attraverso una stretta collaborazione tra Agenzia del Territorio e Comuni verranno fatti molteplici controlli per verificare le destinazioni d’uso degli immobili, procedendo anche all’accatastamento d’ufficio, con spese a carico dei proprietari.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale