Altre Novità
14 Febbraio 2012

Imposta di bollo speciale per le attivita’ finanziarie emerse: istituiti i codici tributo.

Scarica il pdf

Con la Risoluzione n. 14 del 9 febbraio 2012, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, di alcune delle somme dovute a titolo di imposta di bollo, in virtù di quanto previsto dall’articolo 19 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 (Decreto salva Italia).

Si tratta, in particolare, del versamento dell’imposta di bollo speciale annuale del 4 per mille sulle attività finanziarie oggetto di emersione (valori “scudati”). Per l’anno 2012, l’aliquota di tale imposta è stata fissata al 10 per mille e, per il 2013, al 13,5 per mille.

Si ricorda che il Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 ha previsto, anche, al comma 12 dell’articolo 19, per il solo anno 2012, un’imposta straordinaria del 10 per mille, per le attività finanziarie oggetto di emersione che, alla data del 6 dicembre 2011, sono state in tutto o in parte prelevate dal rapporto di deposito, amministrazione o gestione acceso per effetto della procedura di emersione o sono state comunque dismesse.

I codici tributo istituiti dalla Risoluzione del 9 febbraio 2012, sono: il codice “8111” per il versamento dell’imposta di bollo speciale, il codice “8112” per il versamento dell’imposta straordinaria predetta, ed il codice “8113” per il versamento delle sanzioni per omesso versamento.

I codici devono essere inseriti nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, e deve essere indicato nel campo “anno di riferimento” l’anno al quale si riferisce il versamento.
 

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
30 Aprile 2021
Superbonus e contributi pubblici per la ricostruzione: sì alla cumulabilità

L'Agenzia delle Entrate, nella Risoluzione n. 28 del 23 aprile 2021, si è occupata della...

30 Aprile 2021
Il dipendente di una società italiana che risiede nel Paese estero e lì opera con il telelavoro non paga tasse in Italia

Quale regime fiscale è applicabile al lavoratore dipendente di una società italiana che...

30 Aprile 2021
Agevolazioni del Decreto Crescita 2019: non si considerano le vendite di immobili in corso di costruzione

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione delle...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto