Imposta di bollo: le marche filigranate vanno in pensione

Con un Comunicato Stampa del 10 gennaio 2007, l’Agenzia delle Entrate chiarisce le conseguenze del comma 80, Finanziaria 2007, che riscrive completamente l’art. 3, D.P.R. n. 642/1972 (modi di pagamento dell’imposta di bollo).

In esso è previsto che a partire dal 1º gennaio 2007:

  • il pagamento dell’imposta di bollo non potrà più avvenire attraverso le tradizionali marche da bollo su carta filigranata, ma solo in modo “virtuale” oppure mediante intermediario convenzionato;
  • le frazioni degli importi dell’imposta di bollo dovuta in maniera proporzionale vanno arrotondate ad euro 0,10 per difetto o per eccesso, a seconda che si tratti, rispettivamente, di frazioni fino ad euro 0,05 o superiori ad euro 0,05.

Il comunicato precisa che le “vecchie” marche da bollo potranno essere ancora utilizzate fino all’emanazione del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che le dichiarerà fuori corso.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale