Il giudice tributario decide su ganasce fiscali e ipoteche

E’ stato approvato dal Senato in sede di conversione in Legge l’emendamento al D.L. n. 223/2006 che risolve, normativamente, la questione di competenza a decidere sulle liti in merito alla procedura esecutiva, mobiliare ed immobiliare adottata dal concessionario della riscossione.

L’art. 35, comma 26-quinquies amplia la sfera di competenza della giurisdizione tributaria, inserendo nuove tipologie di atti tra quelli elencati dall’art. 19, D.Lgs. n. 546/1992 sui quali devono decidere le Commissioni Tributarie e non il giudice ordinario. Tali atti sono:

· fermo di beni mobili registrati;

· iscrizione di ipoteca sugli immobili.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale