Altre Novità
16 Settembre 2005

Decorrenza accertamento induttivo: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 29 luglio 2005, n. 16049/2005, la Corte di Cassazione ha disposto che la mancata risposta ai questionari inviati, ai fini dell’accertamento, dall’Amministrazione finanziaria, non giustifica l’accertamento induttivo del reddito d’impresa, qualora l’omissione sia avvenuta prima dell’entrata in vigore della Legge 18 febbraio 1999, n. 28 (9 marzo 1999).

Ne consegue che nel caso in cui l’omissione sia avvenuta:

· prima del 9 marzo, l’accertamento induttivo non è giustificato;

· in data 9 marzo o successiva, l’accertamento induttivo è, invece, giustificato.

Fonte:  www.seac.it

 

Articoli correlati
17 Settembre 2021
La costituzione della start-up innovativa

La costituzione della start-up innovativa: necessario l’intervento del notaio? Il...

17 Settembre 2021
Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni bis: più tempo per presentare la dichiarazione dei redditi.

Con un Comunicato Stampa del 6 settembre 2021, il Ministero dell'Economia e delle...

17 Settembre 2021
Credito d’imposta per locazioni non abitative: nuovo modello per la comunicazione della cessione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 7 settembre 2021 sono...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto