Altre Novità
2 Luglio 2011

Decadenza dai benefici ‘prima casa’: opera ugualmente se entro un anno dal trasferimento viene acquistata una quota esigua di un altro immobile.

Scarica il pdf

La Corte di Cassazione, nella Sentenza n. 13291 del 17 giugno 2011, ha affermato che l’acquisto non dell’intero, ma di una quota di un immobile, può integrare il requisito previsto dalla legge al fine di evitare la decadenza dei benefici fiscali della “prima casa”, in caso di trasferimento dell’immobile acquistato come prima casa prima del decorso del termine di cinque anni dall’acquisto. La legge dispone, infatti, che non si verifica la decadenza dai benefici fiscali qualora entro un anno dal trasferimento dell’immobile acquistato come prima casa si procede all’acquisto di altro immobile da adibire a propria abitazione principale. Nulla viene specificato riguardo a quale debba essere la quota dell’immobile da acquistare.

La quota acquistata, però, deve essere significativa, di per sé, della concreta possibilità di disporre del bene in modo tale da poterlo adibire ad abitazione principale. L’acquisto di una quota particolarmente esigua di un immobile (nel caso di specie, una quota di quattro millesimi) non può comportare da solo il potere di disporre del bene come abitazione propria. Tale acquisto, afferma la Suprema Corte, è inidoneo a realizzare l’adibizione ad abitazione che è la finalità perseguita dal legislatore con il riconoscimento dell’aliquota dell’imposta ridotta sugli atti d’acquisto.  

In questo caso, quindi, è legittimo l’avviso di liquidazione dell’Amministrazione finanziaria con il quale vengono revocati i benefici concessi al contribuente sull’atto di acquisto della prima casa, in quanto non sono state rispettate le prescrizioni di legge relative alla possibilità di evitare la decadenza dai benefici medesimi.

a cura dell’Avv. Raffaella De Vico.

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquisti la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
23 Luglio 2021
Decreto Sostegni bis: ecco le modalità di applicazione del credito d’imposta per sanificazione ed acquisto dispositivi di protezione.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 15 luglio 2021, sono...

23 Luglio 2021
Bonus facciate: sì ad interventi su parapetti dei balconi.

Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate riguardo all'applicazione del "bonus...

23 Luglio 2021
Sisma bonus per acquirenti: sì se l’asseverazione è presentata tardivamente per nuova zona sismica.

L'Agenzia delle Entrate ha affrontato una nuova questione relativa all'applicazione del...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto