Compravendite d’azienda: ai fini dell’imposta di registro conta il volume d’affari

Con Sentenza 16 giugno 2006, n. 14034, la Corte di Cassazione, confermando la decisione della Commissione tributaria provinciale, ha stabilito che nel caso di compravendita di azienda, l’imposta di registro va calcolata sulla media del volume d’affari e non in base alla zona in cui l’azienda è collocata.

Secondo la Corte, infatti, il calcolo viene effettuato utilizzando l’effettivo volume d’affari come ricavato dalle dichiarazioni IVA presentate dal contribuente nei tre periodi precedenti senza osservare altri particolari parametri.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale