Commercio elettronico Risoluzione delle entrate

Con Risoluzione 28 maggio 2007, n. 119 l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in materia di commercio elettronico.

In particolare l’Amministrazione finanziaria ha precisato che l’utilizzo di due server ubicati in Italia per l’attività di commercio elettronico da parte di una società che ha la propria sede all’estero rappresenta una stabile organizzazione i cui corrispettivi devono essere quindi tassati in Italia.

La Risoluzione precisa, inoltre che, affinché il server costituisca una stabile organizzazione è necessario che lo stesso permanga in un luogo specifico per un tempo indefinito e sia finalizzato alla commercializzazione dei prodotti offerti dall’azienda.

Fonte:  www.seac.it

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale