NULL
Altre Novità
4 Luglio 2006

Chiarimenti sulle vendite comunitarie a distanza e acquisto PC

Scarica il pdf

Con Circolare 13 giugno 2006, n. 20, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito agli incentivi previsti dal D.L. n. 35/2005 per le vendite comunitarie a distanza (art. 11-quater) e la diffusione delle tecnologie digitali (art. 7, comma 3-ter).

Per quanto riguarda le vendite comunitarie a distanza l’Agenzia chiarisce che:

· il trasporto della merce viene effettuato dal fornitore o da terzi verso un altro Stato membro;

· le operazioni non sono imponibili se nell’anno solare precedente e in quello in corso l’importo complessivo delle vendite effettuate nello stato di destinazione è inferiore a 79.534,56 euro;

· se il contribuente ha erroneamente versato l’IVA in Italia, può attivare il procedimento del c.d. “rimborso anomalo” di cui all’art. 21, D.Lgs. n. 546/1992.

In merito alla diffusione delle tecnologie digitali l’Agenzia afferma che gli incentivi previsti per la diffusione delle stesse ai i dipendenti di imprese soggette ad IRES, configura una deroga all’art. 51, comma 3, TUIR; di conseguenza non è imponibile la differenza tra il valore normale del PC venduto al dipendente e il prezzo pagato da quest’ultimo.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
12 Luglio 2024
Sistema tessera sanitaria: aggiunte nuove funzionalità

Il sistema tessera sanitaria è stato recentemente aggiornato per includere nuove...

12 Luglio 2024
Aggiornamento dei Paesi dello scambio automatico conti finanziari

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) ha pubblicato un decreto, disponibile...

12 Luglio 2024
Come correggere le anomalie degli aiuti di Stato non registrati

L’Amministrazione finanziaria comunica ai contribuenti le irregolarità che hanno...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto