NULL
Altre Novità
12 Gennaio 2008

Cassazione: nessuna motivazione nelle cartelle esattoriali derivanti da atti definitivi

Scarica il pdf

Con Sentenza n. 25158/2007, la Corte di Cassazione ha affermato che la cartella esattoriale derivante da precedenti atti di accertamento, che sono divenuti definitivi, non necessita alcuna motivazione.

Tale conclusione consegue dalla considerazione che in tali ipotesi la cartella esattoriale non deriva da un atto di accertamento ex novo, ma da precedenti avvisi, che il contribuente non ha mai impugnato e relativamente ai quali già conosceva la pretesa fiscale.

Ne consegue che secondo i giudici alcuna motivazione deve essere indicata nella cartella esattoriale derivante dall’atto definitivo.

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

25 Novembre 2022
Compensi di lavoro sportivo: ecco le nuove regole dal 2023.

Con il Decreto Legislativo n. 163 del 5 ottobre 2022, pubblicato nella Gazzetta...

25 Novembre 2022
Rimborsi spese per spostamenti dei navigator: non si tratta di indennità di trasferta.

Con la Risoluzione n. 67 del 15 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto