Altre Novità
1 Gennaio 1970

Atto di accertamento viziato nella sostanza: Sentenza della Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 12 luglio 2006, n. 15825, la Corte di Cassazione si è espressa in merito alle conseguenze giuridiche che sorgono a fronte di un difetto sostanziale presente nell’avviso di accertamento.

Nello specifico, è stato disposto che in tale ipotesi il Giudice tributario interessato alla procedura deve riconsiderare, nel merito, l’atto di accertamento, e rideterminare, pertanto, l’imposta pretesa dal Fisco; il giudice non può limitarsi all’annullamento dell’avviso, con conseguente annullamento della pretesa fiscale.

Fonte:  www.seac.it
Articolo pubblicato in data 11.9.2006

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

Articoli correlati
7 Maggio 2021
Rimborsi ai lavoratori in smart working esclusi da tassazione.

Lavoratori in smart working e tassazione dei rimborsi spese. Arrivano i chiarimenti...

7 Maggio 2021
Sospensione attività di riscossione: arriva la proroga al 31 maggio.

Con un Comunicato Stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 30 aprile 2021,...

7 Maggio 2021
Consulenza da parte di professionista non iscritto all’albo: se si tratta di ditta individuale non c’è ritenuta.

Professionista non iscritto ad un albo e ritenuta d'acconto: l'Agenzia delle Entrate...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto