NULL
Altre Novità
31 Gennaio 2009

Agevolazione prima casa in caso di coniuge non residente: Sentenza della Corte di Cassazione

Scarica il pdf

Con Sentenza 28 gennaio 2009, n. 2109, la Corte di Cassazione, nel respingere il ricorso dell’Agenzia delle Entrate, ha stabilito che è sufficiente la “residenza anagrafica” di un solo dei coniugi nella prima casa acquistata in regime di comunione dei beni, per garantire il riconoscimento delle agevolazioni fiscali.

La Corte ha inoltre precisato che:

  • il requisito della residenza va riferito alla famiglia, rilevando il fatto che i coniugi abbiano scelto tale dimora per abitarci;
  • la coabitazione con il coniuge residente è sufficiente a soddisfare il requisito della residenza ai fini tributari.

 

Fonte:  www.seac.it

 

Maggiori informazioni e approfondimenti sistematici ed esaurienti inviati direttamente alla vostra mail, acquista la circolare informativa fiscale

 

Articoli correlati
2 Dicembre 2022
Sì al Superbonus in caso di installazione dell’ascensore esterno all’edificio.

L'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un nuovo quesito riguardante il Superbonus. A...

2 Dicembre 2022
La cessione di smart box resta esclusa dall’esterometro.

Le cessioni degli "smart box" rientrano nei dati che devono essere comunicati tramite...

25 Novembre 2022
Compensi dell’agente sportivo: si tratta di redditi di lavoro autonomo.

Con la Risoluzione n. 69 del 21 novembre 2022, l'Agenzia delle Entrate ha fornito...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto