string(14) "sidebar attiva"
Saggi
Scritto da:
5 Luglio 2024
4 Minuti di lettura

NASpI ( Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego )

Scarica il pdf

La Naspi (ex ASpI), acronimo di Nuova Assicurazione Sociale Per l’Impiego, in essere dal 1° maggio 2015, è un’indennità mensile di disoccupazione che viene erogata su domanda dell’interessato.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): a chi è rivolta?

La Naspi spetta:

  • ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perso involontariamente il lavoro, compresi apprendisti, soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative, personale artisti con rapporto di lavoro subordinato e di dipendenti a tempo determinato della pubblica amministrazione (PA);
  • gli operari agricoli a tempo indeterminato dipendenti delle cooperative e loro consorzi che trasformano, manipolano e commercializzano prodotti agricoli e zootecnici.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): chi non vi rientra?

La Naspi non spetta:

  • ai dipendenti a tempo indeterminato della Pubblica Amministrazione (PA);
  • gli operai agricoli a tempo determinato;
  • i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavori stagionali;
  • i lavoratori che hanno maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
  • i lavoratori titolari di assegno ordinario di invalidità.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): decorrenza e durata?

La Naspi decorre:

  • dall’ottavo giorno successivo alla cessazione del rapporto di lavoro se la domanda viene presentata entro gli otto giorni;
  • dal giorno successivo alla domanda se la stessa viene presentata dopo gli otto giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro;
  • dall’ottavo giorno successivo al termine del periodo di maternità, malattia, infortunio sul lavoro se la domanda viene presentata entro gli otto giorni;
  • dal giorno successivo alla domanda se la stessa viene presentata dopo gli otto giorni dal termine del periodo di maternità, malattia o infortunio sul lavoro;
  • dal trentottesimo giorno successivo al licenziamento per giusta causa se la domanda viene presentata entro il trentottesimo giorno;
  • dal giorno successivo alla domanda se la stessa viene richiesta dopo il trentottesimo giorno dal licenziamento per giusta causa.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): quanto spetta?

La Naspi spetta mensilmente, per un massimo di 2 anni, e si calcola:

  • dividendo per il numero di settimane di contribuzione la retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni e moltiplicato l’importo risultante per 4,33;
  • nel caso in cui la retribuzione mensile sia pari o inferiore ad un importo pari a 1.359,12 euro per l’anno 2023 (importo di riferimento stabilito dalla legge e rivalutato annualmente in base alla variazione dell’indice ISTAT e pubblicato tramite circolare INPS ogni anno), si calcola il  75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni;
  • accedendo alla sezione Naspi dell’INPS  con le proprie credenziali, il sito fa un calcolo online.

L’importo massimale della NASpI  è di 1550,42 euro nel 2024. La Naspi viene erogata con bonifico bancario o postale, su libretto postale  o bonifico presso un ufficio bancario o postale del richiedente.

L’importo si riduce:

  • del 3% al mese dopo 3 mesi per gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro fino al 31 dicembre 2021;
  • del 3% al mese dopo 5 mesi per gli under 55, per gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro dal 1° gennaio 2022;
  • del 3% al mese dopo 7 mesi per gli over 55, per gli eventi di cessazione involontaria del rapporto di lavoro dal 1° gennaio 2022.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): modalità di adesione.

La Naspi si può richiedere:

  • telematicamente sul sito INPS accedendo con le credenziali SPID, CIE o CNS. Seguendo il percorso: “Sussidi, Sostegni e Indennità” – “Per disoccupati” – “NASpI: indennità mensile di disoccupazione” – “ Utiizza il servizio” – scegli la modalità, in base se accedi con le credenziali o tramite patronato – “Utilizza il servizio” – “NASpI: domanda” – “Utilizza il servizio” – “ Nuova Domanda”. Alla fine della procedura arriverà una notifica per l’avvenuta richiesta.
  • tramite i Patronati, i quali presentano la domanda per nostro conto;
  • tramite il Contact Center INPS, tramite il numero verde 800 164 da rete fissa o il numero verde 06 164 164 da rete mobile.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): sospensione e decadenza?

La Naspi è sospesa:

  • in caso di rioccupazione del vecchio lavoro;
  • occupazione di un nuovo lavoro.

La Naspi decade:

  • se si perde lo stato di disoccupazione;
  • il lavoratore inizia un’attività di lavoro subordinato;
  • il lavoratore inizia un’attività di lavoro autonomo;
  • raggiunge i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
  • acquisisce il diritto dell’assegno di invalidità;
  • non partecipata, senza giustificato motivo alle iniziative di orientamento dei centri per l’impiego.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): tempi di lavorazione.

I tempi ordinari della Naspi sono 30 giorni, eccetto alcuni casi stabiliti dall’Inps.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego):  normativa.

  • D. Lgs. n. 22/2015;
  • Legge 241/1990;
  • Circolare INPS n. 94/2015;
  • Circolare INPS n. 142/2015;
  • Circolare INPS n. 1162/2018;
  • Circolare INPS n. 177/2017;
  • Circolare INPS n. 163/2003;
  • Circolare INPS n. 21/2023;
  • Circolare INPS n. 32/2003;
  • Circolare INPS n. 24/2024;
  • Circolare INPS n. 194/2015;
  • Messaggio INPS  n. 531/2024.


NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego): fonte.

  • Inps.

Per richiedere una consulenza professionale, scrivi alla Redazione

Articoli correlati
12 Luglio 2024
Sistema tessera sanitaria: aggiunte nuove funzionalità

Il sistema tessera sanitaria è stato recentemente aggiornato per includere nuove...

12 Luglio 2024
Aggiornamento dei Paesi dello scambio automatico conti finanziari

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) ha pubblicato un decreto, disponibile...

12 Luglio 2024
Come correggere le anomalie degli aiuti di Stato non registrati

L’Amministrazione finanziaria comunica ai contribuenti le irregolarità che hanno...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto