Principi Contabili
Scritto da:
1 Gennaio 1970

IAS 26 Fondi di previdenza – Piani previdenziali comunque definiti

Scarica il pdf

Informazioni integrative

34 Il bilancio di un fondo pensione, sia a benefici definiti sia a contribuzione definita, deve contenere anche le informazioni seguenti:

a) un prospetto delle variazioni dell’attivo netto disponibile per i benefici da erogare;
b) un elenco dei principi contabili rilevanti; e
c) una descrizione del piano e l’effetto di qualsiasi variazione nel piano durante l’esercizio.

35 Il bilancio dei fondi pensione deve includere i seguenti aspetti, se pertinenti:

a) un prospetto dell’attivo netto disponibile per i benefici da erogare indicante:

i) le attività al termine dell’esercizio opportunamente classificate;
ii) i criteri di valutazione delle attività;
iii) i dettagli di ogni singolo investimento eccedente il 5% dell’attivo netto disponibile per i benefici da erogare o il 5% di ogni classe o tipo di titoli mobiliari;
iv) i dettagli di qualsiasi investimento nell’entità del datore di lavoro; e
v) le passività diverse dal valore attuale attuariale dei benefici pensionistici previsti;

b) un prospetto delle variazioni dell’attivo netto disponibile per i benefici da erogare che riporti i seguenti punti:

i) le contribuzioni del datore di lavoro;
ii) le contribuzioni dei dipendenti;
iii) i proventi degli investimenti quali interessi e dividendi;
iv) gli altri proventi;
v) i benefici pagati o dovuti (suddivisi, per esempio, tra pensioni, indennità per morte e indennità per invalidità, e pagamenti in un’unica soluzione);
vi) i costi amministrativi;
vii) gli altri costi;
viii) le imposte sul reddito;
ix) gli utili e le perdite derivanti dalla dismissione di investimenti e dalle variazioni nel valore degli investimenti; e
x) i trasferimenti da, ovvero a, altri piani;

c) una descrizione del criterio di contribuzione;
d) per i piani a benefici definiti il valore attuale attuariale dei benefici pensionistici previsti (che può essere distinto tra benefici acquisiti e non ancora acquisiti) basato sui benefici previsti dalle condizioni del piano, sul lavoro prestato fino a quel momento, utilizzando il livello delle retribuzioni correnti o quello delle previsioni delle retribuzioni; queste informazioni possono essere incluse in una relazione attuariale allegata da leggersi unitamente al relativo bilancio; e
e) per i piani a benefici definiti, una descrizione dei presupposti attuariali rilevanti e del metodo utilizzato per calcolare il valore attuale attuariale dei benefici pensionistici previsti.

36 La relazione di un fondo pensione contiene una descrizione del piano o come parte del bilancio, o in una relazione separata. Essa può contenere le seguenti informazioni:

a) l’indicazione dei datori di lavoro e dei gruppi di dipendenti partecipanti al piano;
b) il numero di partecipanti che ricevono benefici e il numero degli altri partecipanti, opportunamente classificati;
c) il tipo di piano, ossia se a contribuzione definita o a benefici definiti;
d) una nota che indichi se i partecipanti contribuiscono al piano;
e) una descrizione dei benefici previdenziali previsti per i partecipanti;
f) una descrizione di qualsiasi clausola di cessazione del piano; e
g) le variazioni negli elementi compresi nei punti da a) a f) durante il periodo preso in considerazione dalla relazione.

Non è raro fare riferimento ad altri documenti facilmente disponibili per gli utilizzatori nei quali il piano è descritto e includere solo informazioni sulle variazioni successive.

Torna all’Indice dello Ias 26 Fondi di previdenza

Torna all’Indice dei Principi contabili internazionali

Articoli correlati
22 Ottobre 2021
Emergenza Coronavirus: la rinuncia ai crediti per canoni scaduti vale come riduzione dei ricavi.

Come deve essere qualificata la rinuncia a crediti relativi a canoni di affitto...

22 Ottobre 2021
Credito d’imposta per botteghe e negozi: no se l’attività poteva rimanere aperta.

L'Agenzia delle Entrate ha espresso il proprio parere riguardo ad una questione relativa...

22 Ottobre 2021
Partite Iva con riduzione del volume d’affari: le regole della definizione agevolata delle comunicazioni di irregolarità.

Con un Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 18 ottobre 2021, è...

Affidati ad un professionista
Richiedi una consulenza con un nostro esperto