IAS 21 Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere – Utilizzo della moneta di presentazione diversa dalla valuta funzionale

0 Flares 0 Flares ×

Dismissione o dismissione parziale di una gestione estera

48. Alla dismissione di una gestione estera, l’importo complessivo delle differenze di cambio relativo a tale gestione estera, rilevato nel prospetto delle altre componenti di conto economico e accumulato complessivo separata di patrimonio netto, deve essere riclassificato dal patrimonio netto all’utile (perdita) d’esercizio (come rettifica da riclassificazione) quando si rileva l’utile o la perdita relativo alla dismissione (vedere IAS 1 Presentazione del bilancio (rivisto nella sostanza nel 2007)).

48A. In aggiunta alla dismissione dell’interessenza totale di un’entità in una gestione estera, le seguenti situazioni vengono contabilizzate come dismissioni anche se l’entità mantiene un’interessenza in una ex controllata, società collegata o entità a controllo congiunto:

a) la perdita del controllo di una controllata comprendente una gestione estera;

b) la perdita dell’influenza notevole su una società collegata comprendente una gestione estera; e

c) la perdita del controllo congiunto su un’entità a controllo congiunto comprendente una gestione estera.

48B. In caso di dismissione di una controllata comprendente una gestione estera, l’importo cumulativo delle differenze di cambio relative a quella gestione estera attribuite alle partecipazioni di minoranza deve essere eliminato contabilmente, ma non deve essere riclassificato nel prospetto dell’utile (perdita) d’esercizio.

48C. In caso di dismissione parziale di una controllata comprendente una gestione estera, l’entità deve riattribuire la quota proporzionale dell’importo cumulativo delle differenze di cambio rilevate nel prospetto delle altre componenti di conto economico complessivo alle partecipazioni di minoranza presenti in quella gestione estera. Per quanto riguarda tutte le altre dismissioni parziali di una gestione estera, l’entità deve riclassificare nel prospetto dell’utile (perdita) d’esercizio la quota proporzionale dell’importo cumulativo delle differenze di cambio rilevate nel prospetto delle altre componenti di conto economico complessivo.

48D. Per dismissione parziale dell’interessenza di un’entità in una gestione estera si intende qualsiasi riduzione dell’interessenza partecipativa di una entità in una gestione estera, ad eccezione delle riduzioni di cui al paragrafo 48A che vengono contabilizzate come dismissioni.

49. L’entità può dismettere totalmente o parzialmente la sua partecipazione in una gestione estera vendendola, liquidandola, ottenendo il rimborso del capitale o rinunciando a essa in toto o in parte. La svalutazione del valore contabile di una gestione estera in virtù di perdite proprie o di una riduzione di valore rilevata dall’investitore non costituisce una parziale dismissione. Di conseguenza, nessuna parte dell’utile o della perdita su cambi rilevata nel prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo viene riclassificata nel prospetto dell’utile (perdita) d’esercizio al momento della svalutazione.

Torna all’Indice dello Ias 21 Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere
Torna all’Indice dei Principi contabili internazionali