IAS 20 Contabilizzazione dei contributi pubblici e informativa sull’assistenza pubblica – Assistenza pubblica

34 Alcune forme di assistenza pubblica alle quali non può essere ragionevolmente dato un valore e le operazioni condotte con enti pubblici che non sono distinguibili dalle normali operazioni commerciali dell’entità sono escluse dalla definizione di contributi pubblici contenuta nel paragrafo 3.

35 La consulenza gratuita, tecnica o di marketing, e la prestazione di garanzie sono esempi di assistenza pubblica ai quali non può essere ragionevolmente associato un valore. Un esempio di assistenza che non può essere distinta dalle normali operazioni commerciali dell’entità si ha quando la politica degli approvvigionamenti pubblici qualifica un’entità come fornitrice, assorbendone parte delle vendite. Anche se il beneficio è evidente, ogni tentativo di distinguere le normali attività dell’azienda dall’assistenza pubblica sarebbe, con ogni probabilità, arbitrario.

36 La rilevanza del beneficio negli esempi sopra elencati può essere tale che è necessaria l’indicazione della natura, dell’ammontare e della durata dell’assistenza affinché il bilancio dell’entità non sia fuorviante.

37 I prestiti a interesse zero, o molto basso, sono un tipo di assistenza pubblica ma il beneficio non è quantificato attraverso l’imputazione di interessi.

38 Nel presente Principio l’assistenza pubblica non comprende la realizzazione di infrastrutture per migliorare i trasporti pubblici e la rete di comunicazione e la messa a disposizione, per l’intera comunità locale e in forma permanente, di infrastrutture pubbliche quali acquedotti e impianti di irrigazione.

 

Torna all’indice dello Ias 20 Contabilizzazione dei contributi pubblici e informativa sull’assistenza pubblica

Torna all’indice dei Principi Contabili Internazionali